Brasilia: un'utopia nel centro del Paese

SEARCH HOTELS


Arrival
Departure

Info utili:

alcune informazioni pratiche utili per visitare Brasile

Leggi »

News

Assistenza Clienti

Assistenza Clienti


Brasilia: un'utopia nel centro del Paese

Edificata nel centro del Paese, più che per effettiva comodità per dimostrare che era possibile il progetto di rivitalizzare i territori interni da sempre tradizionalmente trascurati rispetto allo sviluppo della costa, Brasília è soprattutto il risultato di un'idea, l'espressione di un progetto costruito secondo determinate coordinate.
Pianificare in tal modo una città, senza lasciarla crescere e vivere gradualmente della sua storia e della sua naturale evoluzione, fu un'idea ardita (assecondata dal presidente della Repubblica J. Kubitschek, e dai due creatori, l'urbanista Lucio Costa e l'architetto Oscar Niemeyer) eretta a simbolo di modernizzazione del Brasile. Ecco perché resta un luogo indecifrabile, avveniristico e freddo.
L'audacia del progetto portato a termine in soli quattro anni è esaltata dall'asprezza del paesaggio circostante: una zona desertica e inospitale, sommersa dalla polvere rossa.


La storia di Brasília comincia nel 1891, durante il primo governo repubblicano. Fu in quegli anni che nacque l'idea di spostare la capitale nel centro del Paese. Abbandonato per un periodo molto lungo (quasi 70 anni), il progetto venne ripreso dall'ex governatore dello Stato del Minas Gerais, divenuto presidente nel 1956: J. Kubitschek che portò effettivamente a termine le promesse fatte durante la campagna elettorale: migliaia d’operai, provenienti da ogni parte del Brasile, s’impegnarono a edificare la città-monumento; in un territorio che faceva parte dello Stato di Goiás, fu così edificata Brasília.
Nelle intenzioni di Niemeyer la città doveva assorbire anche le abitazioni degli operai che avevano preso parte alla sua costruzione in una sorta d’idealistico intreccio tra classi sociali. Questo non si è verificato, gli immobili più economici sono finiti nelle mani della piccola borghesia impiegatizia, mentre i manovali sono stati relegati nelle anonime città satellite.